Sportello Europa, nuove opportunità e Bandi

Apr 24, 2018 Commenti disabilitati su Sportello Europa, nuove opportunità e Bandi by

Pubblichiamo dallo Sportello Europa le nuove opportunità ed i Bandi in corso :

  • Bando POR FESR 2014 Asse 3 – Attività 9.1 “VALORIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONEDELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL COMMERCIOE DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO E DI QUALITÀ.
  • Bando POR FESR 2014 Asse 3 – Azione 8.2.2 “PROGETTO STRATEGICO “SISTEMA ABITARE ”PER LA PROMOZIONE SUI MERCATI GLOBALI DEL PRODOTTO E DEL PROCESSO PRODUTTIVO”
  • 1) POR MARCHE FESR 20142020 – ASSE 3 – OS 8 – AZIONE 8.2 – intervento 8.2.2 “FINANZIAMENTO RIVOLTO A PROGETTI DI SISTEMA PER L A VALORIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLEPICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL SETTORE DEL  TURISMO, CULTURA, COMMERCIO, DEI SERVIZI E DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO E DI QUALITA’

    Strumento normativo

    DD N. 62 DEL 12 MARZO 2018 PF PROGRAMMAZIONE INTEGRATA, COMMERCIO, COOPERAZIONE E INTERNAZIONALIZZAZIONE

    Dotazione finanziaria

    € 904.498,54

    Beneficiari

    MPMI (micro, piccole e medie) costituite in forma associata: ATI – “Associazione Temporanea di Imprese”, ATS – “Associazione Temporanea di Scopo, Reti di imprese senza personalità giuridica, Reti di imprese con personalità giuridica..

    Le imprese costituite in forma associata, dovranno appartenere al comparto del:

    ‐ commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande in sede fissa identificato dai codici ATECO 2007 riportati nell’appendice A – elenco A.1 dell’avviso pubblico;

    ‐ artigianato artistico e di qualità identificate dall’elenco riportato nell’appendice A – elenco A.2 dell’avviso pubblico.

    Sono ammissibili gli investimenti realizzati in unità locali ubicate nel territorio della Regione Marche.

    Obiettivi dell’intervento

    L’intervento punta a rivitalizzare la competitività economica dei centri storici ed urbani attraverso azioni specifiche sui settori del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità ritenuti di fondamentale importanza per lo sviluppo locale e per la promozione del territorio. L’intervento agisce a sostegno delle iniziative pubblico‐private per ottenere risultati di più ampia portata sugli ambiti di riferimento individuati e per stimolare un processo virtuoso che generi reddito nel sistema economico regionale.

    Tipologia di progetti finanziabili

    La Regione intende puntare a queste forme di aggregazione o reti di imprese commerciali ed artigianali costituite al fine di rendere l’offerta delle imprese insediate nei centri storici ed urbani più attrattiva e competitiva e come strumento per rilanciare la crescita economica locale.

    Nello specifico:

    – valorizzare e riqualificare le attività (pmi commerciali e dell’artigianato artistico e di qualità) nelle aree urbane in armonia con il contesto culturale, sociale, architettonico, con particolare riferimento al rilancio economico – sociale dei centri storici;

    – favorire la crescita, in particolare di piccole e medie attività commerciali e dell’artigianato artistico e di qualità, che integri la qualità della città e dei piccoli comuni in modo da assicurarne la attrattività, vivibilità e sicurezza;

    – evitare lo spopolamento dei piccoli comuni e mantenere un’offerta adeguata;

    – creazione di una rete distributiva tradizionale nei centri storici caratterizzati da fenomeni di desertificazione commerciale, al fine di migliorare la capacità di attrazione delle aree interessate e la loro accessibilità;

    – realizzare un qualificato livello di animazione economica, sociale e culturale.

    Nell’ottica di rivitalizzazione e riqualificazione del territorio comunale i progetti presentati dalle imprese in forma aggregata potranno essere integrati con uno specifico intervento realizzato dal soggetto pubblico (Comune o Unione dei Comuni).

    la Regione si riserva di attivare un’apposita linea di intervento nell’ambito del programma di attuazione approvato annualmente dalla Regione, che andrà a finanziare esclusivamente la parte di intervento realizzata dal soggetto pubblico.

    Spese ammissibili

    Le spese ammissibili dovranno riferirsi agli interventi per cui si inoltra richiesta di contributo ed essere

    coerenti, congrue e rivolte al raggiungimento degli obiettivi indicati nel presente bando.

    Sono ammissibili i costi riguardanti:

    a) Spese per iniziative promozionali;

    b) Spese per l’attività di marketing, studi e ricerche;

    c) Spese per la realizzazione di servizi comuni;

    d) Spese per la realizzazione di sistemi informativi da sviluppare con sistema delle reti di impresa soprattutto attraverso l’utilizzo di supporti informatici;

    e) Spese per la progettazione, la direzione dei lavori ed il coordinamento, nel limite massimo del 10% del costo complessivo del progetto ammesso a finanziamento;

    f) Spese per opere edili, di installazione impianti ed attrezzature strettamente necessarie alla realizzazione dell’intervento e che consentono di ottenere il miglioramento e il decoro dell’attività.

    Entità ed intensita dell’aiuto

    Il costo complessivo ammesso alle agevolazioni per la realizzazione del progetto non può essere inferiore a € 40.000,00 (IVA esclusa).

    L’agevolazione verrà concessa sotto forma di contributo in conto capitale sulla spesa ritenuta ammissibile pari al 50% fino ad un massimo importo dell’agevolazione pari a € 50.000,00 per ciascuna domanda.

    Scadenza e modalità di presentazione della domanda

    La domanda di partecipazione dovrà obbligatoriamente essere presentata dall’impresa capofila secondo le modalità di seguito indicate, pena l’esclusione.

    L’impresa capofila presenta il progetto generale comprensivo degli interventi di ciascuna impresa aderente.

    Le comunicazioni ed i rapporti formali intercorrono tra la Regione e l’impresa capofila.

    La domanda deve essere compilata on line e trasmessa entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 31 maggio 2018 utilizzando la procedura di invio telematico disponibile all’indirizzo internet https://sigef.regione.marche.it/

    Info e modulistica

    Per informazioni al bando:

    Morbidelli Luciano: luciano.morbidelli@regione.marche.it -Tel. 071/8063731;

    Maurizio Lacerra: maurizio.lacerra@regione.marche.it – Tel. 071/8063723;

    Marta Poiani: marta.poiani@regione.marche.it – Tel. 071/8063729.

    Per scaricare il bando e la modulistica: https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Bandi/id_7590/682

    2) BANDO POR MARCHE FESR 2014-2020 – Asse 3 – Attività 9.1  “PROGETTO STRATEGICO “SISTEMA ABITARE”PER LA PROMOZIONE SUI MERCATI GLOBALI DEL PRODOTTO E DEL PROCESSO PRODUTTIVO”

    Strumento normativo

    DD N. 74 DEL 26 MARZO 2018 PF PROGRAMMAZIONE INTEGRATA, COMMERCIO, COOPERAZIONE E INTERNAZIONALIZZAZIONE

    Dotazione finanziaria

    1.400.000,00 Euro

    Beneficiari

    Le Imprese micro, piccole e medie (PMI) esercitanti una attività identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti codici ATECO ISTAT: sezione C Attività manifatturiere (allegato C del bando) e che:

    • siano costituite in forma di società di capitali (ossia S.r.l., S.p.A., Sa.p.A.) oppure cooperative;

    • di avere realizzato un fatturato non inferiore ad € 1.000.000 in almeno uno degli ultimi tre esercizi finanziari precedenti approvati.

    Obiettivi dell’intervento

    Progetto Strategico del Sistema Abitare

    a) Sviluppare e sperimentare una strategia di approccio ai mercati internazionali per le imprese della filiera del legno-arredo efficace e replicabile sul territorio nazionale.

    b) Sostenere le strategie aziendali di promozione internazionale delle imprese attraverso un approccio metodologico strutturato, con focus particolare sui mercati emergenti.

    c) Sviluppare la cultura di innovazione delle imprese della filiera del legno-arredo attraverso un percorso guidato nell’innovazione e certificazione di prodotto.

    Tipologia di progetti finanziabili

    Il pacchetto di azioni previste, che costituisce il modello sperimentale proposto dal bando, si articola in due linee di intervento che dovranno essere integrate e sinergiche:

    • Linea di intervento A. Azione Composita: L’Azione Composita ha l’obiettivo di sperimentare un percorso strutturato per la promozione e internazionalizzazione delle PMI della filiera Legno-Arredo delle Marche, prevedendo un percorso di accesso ai mercati internazionali guidato ed articolato in interventi comuni tra tutte le aziende partecipanti al bando che saranno selezionate. Gli interventi previsti saranno strutturati

    lungo due principali direttrici:

    – apertura strategica di nuovi mercati internazionali, mediante gli strumenti delle missioni imprenditoriali B2B (nei Paesi: Indonesia, Regno Unito (Londra), Iran (Teheran) e degli Incoming sul territorio marchigiano di operatori / buyer internazionali (architetti, designer, interior decorator, developer), provenienti da USA + Regno Unito e Cina + Regno Unito.

    – sviluppo di una cultura di innovazione, che si traduca in un upgrade nella qualità e sostenibilità dei prodotti, mediante la conformità alla norma tecnica italiana UNI 11674 “Mobili –

    Requisiti per la determinazione dell’origine italiana dei mobili”.

    • Linea di intervento B. Azione Strategica Aziendale: L’Azione Strategica Aziendale mira a supportare l’impresa nell’attività di innovazione commerciale. La Linea d’intervento B prevede pertanto la realizzazione da parte di ciascuna azienda di un proprio progetto strategico, basato sull’acquisizione di

    competenze specialistiche e servizi avanzati. Gli specifici interventi aziendali saranno indirizzati anche alla valorizzazione delle sinergie con altre imprese per potenziare il livello di competitività nei mercati internazionali.

    Spese ammissibili

    a) Costi relativi ai servizi di consulenze specialistiche e di supporto specialistico per l’internazionalizzazione (quali analisi di settore, ricerche di mercato, ricerca contrattuale, studi di fattibilità) e progettazioni ingegneristiche strettamente funzionali al progetto fino ad un massimo di 50% del costo ammissibile del progetto, compresi Temporary export manager (TEM), cioè servizi prestati da professionisti esterni (non dipendenti dall’impresa o non prestati da soci della medesima impresa o da società ad essa collegate o associate);

    b) Spese di certificazioni per sostenere o implementare l’attività di export quali le consulenze esterne finalizzata all’acquisizione di licenze, certificazioni, know-how, servizi di testing, certificazioni merceologiche;

    c) Spese per l’acquisizione di servizi relativi alla partecipazione ad iniziative e missioni economiche sui mercati esteri (quali ad es: spese relative all’affitto di sale, allo studio e alla progettazione di spazi espositivi temporanei finalizzati alla promozione e diffusione dei prodotti (come corner shop; showroom temporary), per lo svolgimento incontri bilaterali tra operatori italiani ed esteri, workshop e/o seminari con operatori all’estero ecc;

    d) Spese relative all’organizzazione di incontri d’affari e visite aziendali nelle Marche di potenziali partner commerciali esteri;

    e) Spese relative alla penetrazione nei mercati dei Paesi oggetto del progetto anche attraverso reti internet;

    f) Spese per studi di fattibilità per la realizzazione di nuovi prodotti e/o servizi su mercati esteri determinati;

    g) Spese di consulenza esterna per la creazione di una rete commerciale all’estero riferite all’attività di e-commerce;

    h) Spese di comunicazione e marketing;

    i) Spese relative all’utilizzo di personale dipendente (personale interno) impegnato nella realizzazione del progetto.

    Le attività progettuali riferite ai precedenti punti b, c e d, dovranno prevedere un ammontare di spesa di almeno il 25% dei costi complessivi del progetto.

    Entità e intensità del contributo

    Il contributo sarà concesso a fondo perduto (aiuto non rimborsabile), nella misura massima del 50%  delle spese ammissibili e non potrà comunque superare la soglia massima di € 40.000,00 per ciascuna PMI partecipante al progetto. I progetti presentati dovranno prevedere una struttura organica comprendente azioni relative alle due Linee di intervento: A e B.

    Scadenza e modalità di presentazione della domanda

    La domanda dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 13:00 dell’ 11/06/2018, tramite il sistema informatico SIGEF https://sigef.regione.marche.it/ .

    La predetta domanda dovrà essere corredata da una marca da bollo, di cui al D.L 43/2013, pari ad € 16,00.

    Info e modulistica

    Per informazioni:

    Luigino Marcozzi: luigino.marcozzi@regione.marche.it  – Tel. 071 8062219

    Per scaricare il bando e la modulistica: https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Bandi/id_7590/695

Senza categoria

Copyright © 2018 Comune di Falerone. Diritti Riservati.     Log in    P IVA : 00370580441 CF : 81001750447 Sviluppato da:Inmagine srl su piattaforma Wordpress